Anatocismo, banca risarcisce attività commerciale bellunese

Qualcuno lo chiama anatocismo, altri, più semplicemente, anticamera dell’usura. In parole povere, si tratta della pratica (illegale), adottata da alcuni istituti di credito, attraverso cui vengono maturati ulteriori interessi su interessi già esistenti. Nonostante la Corte di Cassazione si sia espressa più volte in merito, il fenomeno è ancora perseguito in modo frammentario. Eppure, finalmente i cittadini incassano le prime vittorie. Nei giorni scorsi infatti un’attività commerciale bellunese si è vista riconoscere un risarcimento di 170.000 euro dalla banca a cui, per 40 anni, aveva pagato interessi non dovuti.

Ad accorgersi che i conti non quadravano era stato, due anni fa, un nuovo socio, che, per vederci chiaro, aveva controllato tutti i resoconti bancari disponibili. Così, l’uomo aveva ricostruito gli ultimi vent’anni di vita dell’attività e, supportato da addetti ai lavori, aveva riscontrato alcune anomalie nella gestione del fido aperto presso una filiale locale di un istituto di credito nazionale.

L’anatocismo è quindi un fenomeno che si sta diffondendo a macchia d’olio, ma che si può (e si deve) combattere. Non solo per avere giustizia, ma anche per contribuire a creare un orientamento giuridico unitario e coerente in merito. A tal proposito, si è espresso così l’avvocato Fabrizio Righes (foro di Belluno), uno dei principali esperti della provincia in questioni bancarie: «i casi che vediamo continuano ad essere numerosi, e rappresentano circa il 25-30% dell’attività civile del tribunale di Belluno (cioè oltre un centinaio di contenziosi), come degli altri tribunali italiani. L’anatocismo e l’usura continuano ad essere praticati, attraverso vari meccanismi. L’attenzione del cliente dev’essere alta, soprattutto alla stipula del mutuo o del prestito o nella gestione del conto corrente, considerando tutte le variabili: dall’assicurazione alle more. Va detto che, nella maggior parte dei casi, le citazioni in giudizio hanno un esito favorevole e la prescrizione decennale decorre dal momento della chiusura del rapporto, quindi i margini per agire sono sempre abbastanza ampi».

I tassi d'interesse che paghi ti sembrano "sospetti"? Clicca qui per verificare.

Non sei solo a combattere l'usura bancaria! Leggi la storia di chi ce l'ha fatta a sconfiggerla. 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy