Azienda salentina vittima di anatocismo ottiene risarcimento

La banca ti contesta il mancato pagamento degli interessi sul finanziamento ricevuto? Prima di versare la cifra richiesta, verifica che si tratti di interessi effettivamente dovuti, e non di un importo scaturito dalla capitalizzazione di interessi pregressi. Sì, perché in questo caso si tratterebbe di anatocismo, ovvero di una pratica illegittima, perseguibile per via legale. Questo è quanto ha fatto il calzaturificio salentino Adelchi, opponendosi alla Banca Nazionale del Lavoro, e vedendo finalmente tutelate le sue ragioni. Costretta al fallimento, oggi l’azienda è stata riconosciuta quale vittima, e le spetta un risarcimento di 7 milioni di euro.

Il racconto della vicenda è affidato all’Adubef (Associazione degli utenti servizi bancari e finanziari). «Il giudice, Annafrancesca Capone ha accolto la domanda avanzata nel novembre del 2009 da due aziende a noi associate, la Nuova Adelchi Spa e Calzaturificio Adelchi, che hanno ottenuto il riconoscimento dell’invalidità a titolo di nullità parziale del contratto di apertura di credito utilizzato con scoperto in conto corrente, particolarmente in relazione alle clausole di determinazione e di applicazione degli interessi ultralegali, di determinazione ed applicazione dell’interesse anatocistico con capitalizzazione trimestrale e all’applicazione della provvigione di massimo scoperto».

La vittoria di Adelchi è stata resa possibile grazie al ricalcolo delle indebite competenze bancarie sul finanziamento ricevuto in un periodo abbastanza lungo (dal 1982 al 2009). E la sentenza costituirà, da qui in avanti, un precedente per gli imprenditori che, trovandosi in una situazione di oggettiva difficoltà economica, grazie agli estratti conti che hanno conservato, potranno vedersi restituire cospicue somme di denaro.

Insomma, per aziende e privati cittadini, il consiglio è lo stesso. Nel dubbio che la banca stia richiedendo rate di rimborso del finanziamento troppo alte a causa di interessi inspiegabilmente lievitati, meglio controllare la relativa documentazione, e chiedere supporto a chi opera nel settore della tutela del consumatore. L’anatocismo è sempre in agguato, ma smascherarlo e sconfiggerlo non è più un miraggio. 

Vuoi controllare che gli interessi applicati dal tuo istituto di credito siano a norma? Clicca qui per verificare

In Italia accedere al credito è ormai un’impresa

Il 70 per cento dei mutui a rischio usura

 

Seguici su 

   

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy