Bye bye Equitalia. Che succede, da oggi, a chi ha una cartella esattoriale?

Anticipazioni, congetture, speranze

Chiusura_Equitalia

Sono stati mesi densi, da questo punto di vista, gli ultimi. Ora, finalmente è possibile tracciare una prima linea di demarcazione tra realtà e ipotesi, in quanto nei giorni scorsi l’Agenzia di Riscossione ha chiuso i battenti. Da oggi, lunedì 3 luglio, a sostituirla è Agenzia delle Entrate – Riscossione.
 
Equitalia, società privata partecipata da Entrate al 51% e Inps al 49%, lascia il posto a un ente pubblico economico su cui è chiamato a controllare il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il presidente, che è lo stesso dell’Agenzia delle Entrate, sarà coadiuvato da un comitato di gestione e da un collegio di revisori dei conti.
 
A sancire l’avvento di Agenzia delle Entrate – Riscossione è stato il Decreto Fiscale n. 193/2016, convertito nella legge 225/2016 e approvato insieme alla Legge di Bilancio dello scorso autunno. Il nuovo organismo subentra a titolo universale alle società del Gruppo Equitalia nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali. 
 
Come rileva La Legge Per Tutti, sono molte le perplessità che accompagnano il passaggio di consegne, basti pensare che il direttore del nuovo organismo è Ernesto Maria Ruffini, fino a qualche giorno fa al timone di Equitalia. Controllore (Agenzia delle Entrate) e controllato (Agenzia delle Entrate – Riscossione) vedono coincidere la dirigenza, e dunque si scambieranno dati corredati dalla medesima firma. 
 

Sedi, servizi e social: che succede?

Chiusura_EquitaliaAgenzia delle Entrate - Riscossione fa riferimento ai medesimi sportelli precedentemente utilizzati da Equitalia; resta invariato anche il numero del Contact Center (06.0101). A cambiare, a partire dal 3 luglio, sono esclusivamente il logo e la modulistica utilizzati. 
 
Dal punto di vista telematico si segnala l’avvento di un nuovo sito (www.agenziaentrateriscossione.gov.it), che mette a disposizione dei contribuenti uno sportello virtuale attraverso cui, tra le altre cose, è possibile verificare se esistono pendenze a proprio carico, pagare eventuali cartelle, chiedere una rateizzazione fino a 60mila euro, e sottoscrivere il servizio di alert SMS – Se Mi Scordo. Il canale twitter @equitalia_it viene sostituito da @AE_Riscossione e i follower “migrano” automaticamente dal primo al secondo
 
Leggi anche

…e i tributi non pagati?

Tasi, Imu, Tari e bollo auto, ovviamente, non si smaterializzano di colpo ma, semplicemente, devono essere pagati – comprensivi di aggio - al nuovo organismo. Rimangono “in piedi” eventuali piani di rateizzazione precedentemente attivati, come pure le regole di riscossione applicate da Equitalia. Chi intende presentare ricorso deve, da oggi, fare riferimento ad Agenzia delle Entrate – Riscossione. 
 
Chiusura_EquitaliaPer quanto riguarda eventuali cartelle esattoriali rimaste in sospeso, non è possibile beneficiare dalle prescrizione: il contribuente è chiamato a saldarle, ma senza dover corrispondere anche gli interessi.
 
Un taglio alle file
Presso gli sportelli di Agenzia delle Entrate – Riscossione saranno attivati dei dispositivi digitali che, tramite lettore di codice a barre, identificheranno il contribuente, consentendo all’operatore di fornire un’assistenza il più possibile mirata e specifica. 
 
Dopo l’estate sarà inoltre disponibile un’app collegata ai suddetti dispositivi; questa consentirà agli utenti di scegliere il giorno e l’ora in cui recarsi presso la sede fisica dell’Ente, in base ai tempi di attesa già calcolati.
 
La redazione


✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy