Danilo R.

Circa 15 anni orsono feci un colloquio con una ditta di Oristano per la vendita porta a porta di aspirapolveri. Niente di strano, finchè non mi fecero firmare dei fogli necessari alla consegna del materiale per le dimostrazioni. Dopo qualche tempo mi arrivarono i bollettini della finanziaria da pagare, per un importo complessivo di duemila euro. Io chiamai la ditta dicendo che non volevo acquistare nulla e che, al contrario, ci eravamo accordati per una collaborazione. Non versai nulla. Loro vennero a riprendersi il macchinario e io chiesi loro di firmarmi un foglio in cui precisavano che non avevo alcun debito. Recentemente però ho scoperto un protesto da parte della finanziaria. 
Cosa devo fare per ottenere la cancellazione di questo provvedimento? Lo so che avrei dovuto firmare solo dopo aver letto di cosa si trattava. Tuttavia io non ho preso niente e nulla devo alla finanziaria. Nel frattempo comunque, quelli hanno intascato i soldi e si son ripresi il macchinario. Il debito non dovrebbe essere prescritto dopo cinque anni? 
A seguito dei miei numerosi solleciti la finanziaria è sparita. Nel frattempo, ho inviato anche una lettera alla Crif per spiegare la mia situazione. Loro però hanno “rimbalzato” la responsabilità alla finanziaria … come devo fare a uscire da questo vicolo cieco? 
 
 

Seguici su

   

 

Commenta la notizia

truffa.

Ho letto la lettera e' successa a me la stessa cosa. È nessuno mi dà credito in banca perché sono segnalata alla centrale rischi. Cosa posso fare per risolvere il problema??

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy