Debt agency italiane, la testimonianza di Primo Soccorso Debiti

Quando affronta le società di recupero crediti Primo_Soccorso_Debiti

Spesso il cittadino si sente come Davide contro Golia. Il sistema creditizio gode infatti di poteri molto ampi, a fronte di una scarsa regolamentazione. Così, sono nate le debt agency, a cui si rivolgono le persone indebitate per pattuire una sorta di compromesso con Fisco, banche e finanziarie, in modo da estinguere il proprio debito pagando solo una quota di quanto dovuto.

Le debt agency sono “sbarcate” in Italia relativamente di recente, ma sono una realtà ormai consolidata nei Paesi anglosassoni e nel resto del mondo. Attualmente ne esistono moltissime, tra cui Primo Soccorso Debiti, che si distingue per la professionalità e l’approccio umano adottato verso i casi trattati.

Leggi anche

Usura bancaria, a rischio duecentomila aziende da settembre

«La nostra esperienza è iniziata nel maggio 2013 come Soccorso Debiti Srl, ma in realtà, sotto forma di azienda, eravamo operativi già da dicembre 2012», racconta Riccardo Scimone, Presidente e Amministratore Delegato di Primo Soccorso Debiti

«Siamo partiti come Soccorso Debiti Milano distinguendoci dai concorrenti, perché abbiamo ritenuto sin da subito importante incontrare fisicamente le persone che si rivolgevano a noi». Le altre debt agency,invece, raggiungono tutta Italia operando principalmente tramite call center.

Soccorso Debiti Milano aveva deciso di legarsi al capoluogo lombardo già con il proprio nome, per dimostrare di agire eticamente, e quindi garantendo serietà. Basti pensare che la debt agency di Riccardo Scimone offre anche supporto psicologico ai propri clienti, attraverso una convenzione con uno studio di professionisti del settore. «Ci siamo accorti che le persone che ci contattano sono spesso frustrate dalla situazione che vivono. E noi, avendo lavorato nel mercato finanziario e immobiliare, conoscevamo già questo tipo di problematica». 

Il punto della questione è infatti che, nella stragrande maggioranza dei casi, chi si rivolge alle debt agency sono persone che si sono sovra indebitate, e che sono state fatte indebitare. In questo senso, quindi, gli operatori di credito hanno una buona fetta di responsabilità.

Attualmente Primo Soccorso Debiti, pur mantenendo il principio del face to face, sta ampliando il proprio raggio d’azione in Emilia Romagna, e portando avanti una serie di collaborazioni con uffici legali. Ad oggi, la debt agency si è occupata di circa 100 casi, più del 60% dei quali di persone vittime di sovra indebitamento.

Alcuni hanno espresso dubbi e critiche nei confronti delle agenzie del debito, che spesso promettono ai clienti la cancellazione dalle banche dati cattivi pagatori con toni fin troppo ottimistici. «Effettivamente alcune usano toni piuttosto sensazionalistici», precisa in conclusione Scimone

«Ad esempio parlando dell’annullamento del 70% del debito, che si può ottenere a volte, ma che non rappresenta certo la generalità dei casi. Per quanto riguarda invece la Crif, si può ottenere la rimozione del nominativo in tempi relativamente brevi, solo se la segnalazione è avvenuta in modo anomalo e solo se, ovviamente è stato saldato il debito».

Leggi anche

Famiglie indebitate per 50 miliardi di euro

Da redazione 



 
✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy