Giuseppe D.

Ho un’attività di bar e tavola calda nel centro del mio paese, a causa di ordinanze amministrative di chiusura e di multe inflittemi ho avuto e ho problemi di liquidità con conseguente accumulo di debiti ai quali non riesco a far fronte (per mancati incassi nei giorni di chiusura e per il pagamento di contributi unificati e spese legali per la difesa contro il Comune). Per far ripartire bene l’attività e risollevarla ho bisogno di sistemare alcuni debiti urgenti che non mi tolgano liquidità corrente.
È necessario un prestito/finanziamento che le banche non possono concedermi per alcuni problemi avuti. Occorrono circa 40.000 euro. L'attività ne vale oltre 150.000 euro e ha un discreto incasso (anche se diminuito notevolmente negli ultimi tempi per i problemi esposti).
 

 

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy