«Il debito che ha ucciso mio marito ora perseguita me»

La disperazione uccide senza far rumore. È successo anche a Giuseppe Campaniello, che per un debito di 60.000 euro con Equitalia si diede fuoco davanti alla Commissione Tributaria di Bologna. E come se non bastasse il vuoto e il dolore lasciato da questa perdita, ora la sua vedova Tiziana si vede "perseguitare" per estinguere la cifra. «Vogliono portare anche me al suicidio? A questo punto che mi arrestino, perché non posso pagare»

 

 
 
 

Seguici su

   

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy