«Il debito è prescritto. Perché nessuno si prende la responsabilità di cancellarlo?»

«Se avessi i soldi pagherei, anche a costo di dover vivere a pane e acqua. Chiuderei, anche solo per poter tornare a dormire sonni tranquilli. Il problema è che non ce li ho». A parlare è nonna Lucia. Suo figlio Enzo si è visto cadere in testa una tegola da centinaia di migliaia di euro: è l’importo che Equitalia pretende da lui. All’origine di tutto, una dichiarazione dei redditi mancata durante il periodo della malattia del padre. Il debito però, è perlopiù prescritto. Tuttavia, Agenzia delle Entrate e Agenzia di Riscossione si rimbalzano la responsabilità dell’errore, rimandando la risoluzione della questione. Intanto, aleggia il fantasma dell’asta sulla casa …

 
 

 

Commenta la motizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy