Il mutuatario ha diritto al risarcimento se il tasso è usurario

Un mutuo con tassi usurari può essere integralmente annullato Mutuo_Tassi_Usurai_Annullato

A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione, con la sentenza n.350 del 9 gennaio 2013, pubblicata in questi giorni. Tale provvedimento, inoltre, ha definito che, ai fini del calcolo del tasso d’usura, bisogna tener conto di tutte le somme addebitate dalla banca.

Leggi anche

Tassi usurari, ecco gli indici relativi all’ultimo trimestre 2014

Quindi, se la somma di penali, commissioni, interessi di mora e altre voci di spesa supera il limite fissato dalla legge anti usura n.108 del 1996, il mutuo decade

Perciò, il mutuatario non è tenuto a pagare più nulla all’istituto di credito, il quale anzi deve rimborsare gli interessi illegittimamente incassati.

Inoltre, a breve Confconsumatori pubblicherà sul proprio sito il modello di lettera di diffida da inoltrare alla propria banca per chiedere che venga rispettato quanto sancito dalla Corte di Cassazione.

Leggi anche

Imprese stremate dalla crisi (e dalle banche

Da redazione 



 
✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy