Loredana Z.

Io per la somma di 11.200 euro ho perso la casa comprata dai miei genitori prima di morire. Non avevo la divisione dei beni con il mio ex marito, e lui, a mia insaputa, ha messo come garanzia il 50% della casa per un prestito di 20.000 euro a nome suo e della compagna. Così, l’immobile è stato messa all’asta; io e mio figlio abbiamo rischiato letteralmente di andare in mezzo a una strada. Dopo aver contattato svariati avvocati, che hanno rifiutato di occuparsi del mio caso, ne ho trovato uno davvero capace, onesto e di parola. Ha trattato con le due banche e con il mio ex marito finito a Lussemburgo. Dovevo rinunciare ai 30.000 euro di alimenti arretrati e al mantenimento mai dato al figlio, per ottenere il suo consenso a vendere la casa, liquidata a un cifra stracciata. In compenso ho salvato una piccola parte dei soldi sudati dai miei genitori e io e mio figlio abbiamo ancora un tetto sulla testa, anche se in affitto. E per tutto questo devo “ringraziare” il mio ex marito e gli istituti di credito…

 
 

 

Seguici su

   

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy