Moratoria dei mutui: quanto ci costerà?

In questi giorni si è molto parlato della sospensione triennale della quota capitale delle rate dei mutui. Alcuni la considerano una boccata d’ossigeno, un’accelerazione decisa ai consumi; quel che è certo però, è che gli (ipotetici) effetti benefici non saranno a costo zero. Perché in fondo, non esistono cure miracolose.

E’ stato infatti calcolato che la moratoria renderà i mutui complessivamente più “pesanti” del 10%. E questo a causa dei cosiddetti oneri di sospensione, costituiti dagli interessi che si accumulano nella fase di “congelamento” della quota capitale. Basti pensare che, secondo una stima di Altroconsumo, bloccando per 18 mesi le rate di un mutuo a tasso fisso di 150.000 euro, la maggiorazione raggiungerebbe quota 4.000 euro.

In genere, i mutuatari maggiormente penalizzati dalla sospensione sono quelli che hanno scelto il tasso fisso, in quanto, al termine della moratoria devono rimborsare alla banca lo spread e la differenza tra il valore odierno dell’IRS (a cui il tasso è agganciato) e quello relativo al momento in cui il contratto è stato stipulato.

 Mutui 100%, ti promettono tanto, ma ti costano di più

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter:

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy