POS Mobile. Ecco 4 modelli a confronto

Con l’introduzione del POS obbligatorio per tutti, previsto dal decreto legge 179/2012 a partire dal 30 Giugno 2014, aumentano le proteste di imprese, artigiani, commercianti e professionisti in generale per un ulteriore costo da dover sostenere, che può diventare anche elevato anche a fronte di un limitato utilizzo del nuovo dispositivo.

La norma prevede infatti per le suddette categorie (e senza più l’esonero per i soggetti con fatturato inferiore a 200 mila euro), l’obbligo di accettare pagamenti con carte di debito per importi superiori a 30 euro, se richiesto dal cliente. Richiesta che potrebbe anche avvenire saltuariamente nel caso di alcune professioni, a fronte però di un canone mensile da dover comunque pagare optando per un POS tradizionale.

Diverse soluzioni sono inoltre disponibili sul mercato, i cosiddetti Mobile POS (o mPos), che consentono di trasformare il proprio smartphone o tablet in un vero e proprio POS, semplicemente collegandovi un ‘apposito lettore di carte. Il loro vantaggio principale consiste nel fatto che nessun canone mensile è dovuto, ma soltanto una commissione per ciascuna transazione effettuata.

Nella tabella che segue ecco un rapido confronto tra 4 modelli di Mobile POS, in particolare per quanto riguarda costo iniziale, commissioni, carte accettate e sistema operativo per cui è disponibile l’applicazione (iOS per iPhone e iPad, Android e Windows Phone). 

  Payleven Jusp * SumUp Wallet-Abile
Costo dispositivo 96€ 49€ 20€ 85€
Commissione 2,75% 2,5% ** 1,95%

1% su carte di debito Pagobancomat e PostePay

2,75% su carte di credito Visa e Mastercard e carte di debito VPay e Maestro/Cirrus

Carte accettate

credito: Visa e Mastercard

debito: V-Pay e Maestro/Cirrus

credito: Visa e Mastercarddebito: V-Pay, Maestro/Cirrus e Pagobancomat. MasterCard

credito: Visa e Mastercard

debito: V-Pay, Maestro/Cirrus e Pagobancomat

Collegamento con smartphone/tablet Bluetooth jack auricolari jack auricolari Bluetooth
Sistema operativo iOS e Android iOS, Android e Windows Phone iOS e Android  iOS e Android

Tabella aggiornata al 30 giugno 2014.

* al momento è ancora nella fase di pre-ordine
** prevede anche formule senza commissione, con canone mensile tutto incluso

Anche Banca Intesa San Paolo propone un proprio POS Mobile, il Move and Pay Business di Setefi (distribuito anche da Vodafone). Non lo abbiamo inserito in questo confronto in quanto prevede anche un canone mensile oltre alla commissione sulle transazioni.

Consigliamo in ogni caso di verificare come le transazioni vengano trasferite per essere prelevate o spese. Molti operatori si concentrano sulle % delle commissioni ma trascurano i tempi di disponibilità degli importi e le modalitià di trasferimento. Il rischio per i commercianti è di incassare con la carta di credito ma non avere la disponibilità immediata in giornata.

 

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy