Pugno duro del Fisco per scovare gli evasori fiscali. Il Grande Fratello è tra noi…

Pugno duro del Fisco per scovare gli evasori fiscali Evasione_Fiscale

Usi spesso le carte prepagate per effettuare transazioni? D’ora in poi l’Agenzia delle Entrate potrà compiere delle verifiche ad hoc, finalizzate a tracciare i flussi monetari in entrata e uscita, nonché le giacenze medie di quelle provviste di Iban.
 
Leggi anche
 
«Gli Istituti che rilasciano carte ricaricabili che possono ricevere pagamenti dovranno renderne noti gli estremi, e contestualmente deposito iniziale e finale, nonché la giacenza media e il totale delle movimentazioni in entrata e in uscita. Le comunicazioni dovranno avvenire entro il 31 marzo 2016 e, successivamente, con cadenza periodica. Immediata conseguenza è l’equiparazione, almeno al fine dei controlli,delle carte di credito con iban ai conti correnti». Così l’Agenzia delle Entrate.
All’origine di questo giro di vite la necessità di “stanare” i furbetti del Fisco. Così, per fare in modo che il messaggio suoni “forte e chiaro”, sono aumentate anche per i creditori le possibilità di controllo
 
Questi infatti, tramite l’ufficiale giudiziario, potranno consultare le banche dati online della Pubblica Amministrazione
 
Il Grande Fratello, ancora una volta, è tra noi…
 
Leggi anche
Da redazione 


 

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy