Emergenza usura a Roma

Quando si parla di usura, ogni storia è una storia di straordinaria disperazione, ma il filo conduttore è sempre lo stesso. La crisi che strangola, e un sistema di potere (pubblicamente riconosciuto o occulto) che ne approfitta, speculando sui drammi subiti da imprese e cittadini. A Roma, per esempio, l’usura è ormai un dato di fatto: circa 30.000 i commercianti che ne sono vittima (pari al 35% delle attività produttive della regione). Il fenomeno genera un giro di “affari” pari a tre miliardi di euro l’anno.

 

L’usura è una piaga sociale che, purtroppo, si mimetizza facilmente all’interno della società, estendendosi a più livelli, dal libero professionista alle organizzazioni malavitose locali. Così, riesce a insinuarsi nel tessuto produttivo del nostro Paese infettandolo. Infatti, nel momento in cui l’imprenditore non ce la fa più a sostenere il debito contratto, l’usuraio e l’organizzazione di cui questo fa parte lo rimpiazzano, impadronendosi delle partecipazioni societarie. Riuscendo, sostanzialmente, a monopolizzare il territorio. Ristoranti, locali, attività commerciali: nessuno scampa all’abbraccio mortale del racket.

 

Hai paura di essere vittima di usura bancaria? Verifica qui se il tasso d'interesse che ti viene applicato è legale. 

 

Commenta la notizia

Nessun commento trovato.

Nuovo commento

?  FAQ
>  Chi Siamo
#  Informativa Privacy