Tasse: quando l’errore è della burocrazia, non sempre i responsabili pagano…

Errore della burocrazia, non sempre i responsabili pagano Tasse_Equitalia_Sbaglia_e_NON_Paga

Sei un onesto contribuente, che paga quanto richiesto dal Fisco? Questo potrebbe non bastare a farti dormire sonni tranquilli, come dimostra la vicenda di una donna di La Spezia, Antonina Basone, che, per un errore di altri, dovrà versare per la seconda volta l’INPS. Ecco cosa è successo.
 
Leggi anche
 
Antonina Basone gestisce con il marito un banco di fiori e piante. All’origine di tutto, il pagamento dei contributi all’Agenzia delle Entrate posticipato di un anno a causa di problemi finanziari in famiglia
 
L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale non recepisce il versamento della somma in quanto, a suo dire, la stessa sarebbe dovuta essere versata a Equitalia, con la maggiorazione di sanzioni e interessi. Dal canto suo l’Ente di Riscossione non intende ritirare le cartelle precedentemente emesse
 
 
Morale della favola: adesso alla donna spetterebbe pagare, di nuovo anche perché, paradossalmente, la vicenda potrebbe tradursi in un vero e proprio vicolo cieco. «Se non faccio quello che mi chiedono, potrebbero ritirarmi la licenza. Quel che è sicuro, è che attualmente non ho la disponibilità materiale di versare una somma che comunque giudico non dovuta, in considerazione dei versamenti già effettuati». 
 
Leggi anche
 
Da redazione 
 


 
 

 

 

✍  FAQ    Chi Siamo     
Informativa Privacy