«Ho dimostrato di essere innocente, ma rischio comunque di perdere la mia casa»

I pignoramenti a volte, sono come delle matrioske. Concatenati tra loro, possono rendere a dir poco ingestibile la situazione finanziaria di una persona, rischiando di farla finire -  letteralmente – in mezzo a una strada. A farne le spese, nei giorni scorsi, è stata Maurizia Pertegato, attrice residente ad Alessandria, che ha visto pignorare e sottoporre a vendita giudiziaria la casa in cui vive.
Da circa tre anni la donna non può pagare le spese condominiali e il riscaldamento in quanto vittima di problemi giudiziari. Una vicenda che, comunque, si è risolta con la sua assoluzione. Ciononostante, non le è stato possibile beneficiare della legge n. 3 del 2012 concordando un piano finalizzato al rientro del debito. «L’avvocato mi aveva chiesto qualche migliaia di euro, ma ovviamente mi era impossibile pagarlo». 
Maurizia Pertegato, che si è comunque data da fare, portando recentemente in scena uno spettacolo scritto da lei, ha annunciato che non si arrenderà, e anzi ha preannunciato che non esiterà a protestare anche davanti alla Prefettura. Nel frattempo amici e conoscenti hanno deciso di provare ad aiutarla, attivando una raccolta fondi che le permetta di sbloccare l’immobile che possiede in Liguria. Il tutto in vista del 23 novembre, quando si terrà la quarta asta per la casa in cui vive ad Alessandria, dopo che le tre precedenti sono andate deserte. 

I pignoramenti a volte, sono come delle matrioske. Concatenati tra loro, possono rendere a dir poco ingestibile la situazione finanziaria di una persona, rischiando di farla finire -  letteralmente – in mezzo a una strada. A farne le spese, nei giorni scorsi, è stata Maurizia Pertegato, attrice residente ad Alessandria, che ha visto pignorare e sottoporre a vendita giudiziaria la casa in cui vive.

 

Da circa tre anni la donna non può pagare le spese condominiali e il riscaldamento in quanto vittima di problemi giudiziari. Una vicenda che, comunque, si è risolta con la sua assoluzione. Ciononostante, non le è stato possibile beneficiare della legge n. 3 del 2012 concordando un piano finalizzato al rientro del debito. «L’avvocato mi aveva chiesto qualche migliaia di euro, ma ovviamente mi era impossibile pagarlo».

 

Maurizia Pertegato, che si è comunque data da fare, portando recentemente in scena uno spettacolo scritto da lei, ha annunciato che non si arrenderà, e anzi ha preannunciato che non esiterà a protestare anche davanti alla Prefettura. Nel frattempo amici e conoscenti hanno deciso di provare ad aiutarla, attivando una raccolta fondi che le permetta di sbloccare l’immobile che possiede in Liguria. Il tutto in vista del 23 novembre, quando si terrà la quarta asta per la casa in cui vive ad Alessandria, dopo che le tre precedenti sono andate deserte. 

 

 

CONTACT