Cartelle e accertamenti fiscali: sospensione fino al 30 settembre?

Si chiama Decreto Aprile, ma a pochi giorni da maggio non ha ancora visto luce

Accertamenti-fiscaliContinuano quindi a susseguirsi voci, smentite e supposizioni relative al suo contenuto. Tra le varie ipotesi, c’è l’inserimento di un emendamento che bloccherebbe fino al 30 settembre la notifica di cartelle e l’avvio di accertamenti. Il 31 maggio, infatti si concluderà il periodo di sospensione dei controlli da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione, e, come ha fatto notare il suo Direttore Ernesto Maria Ruffini, a giugno ne partiranno circa 9 milioni. Comprensivi di pignoramenti su stipendi e pensioni. A meno che il Governo non decida diversamente. Il credito del Fisco ad oggi sospeso ammonta già a circa 950 miliardi di euro.

Ti potrebbe interessare

Essere disoccupati ai tempi del Codi19: l’attesa infinita

Intanto Conte sta cercando di ottenere il via libera ad espandere ulteriormente l’extra-deficit, nello specifico di altri 55 miliardi. Non è chiaro chi dovrebbe occuparsi della ripartizione dei sussidi; in parallelo si lavora all’ipotesi di superare la soglia dei 700mila euro per le compensazioni fiscali.

Leggi anche

La redazione


 


 
 


CONTACT