Cartelle esattoriali: a cosa dobbiamo prepararci dopo l’estate?

Nei giorni scorsi il Decreto Sostegni Bis è entrato a regime

Decreto-Sostegni-BisConvertito e integrato attraverso la Legge n.106/2021, ha bloccato fino al 31 agosto prossimo le attività di riscossione da parte di Agenzia delle Entrate ridefinendo, contestualmente, le scadenze relative ai contribuenti che in passato avevano sottoscritto la definizione agevolata.

Ecco quali sono, nel dettaglio, le nuove disposizioni da rispettare.

Debiti “nati” tra l’8 marzo 2020 ed il 31 agosto 2021: le rate scadute dovranno essere saldate entro il 30 settembre prossimo.

Avevi usufruito della definizione agevolata dei debiti verso il Fisco, ma l’esplosione della pandemia ti ha messo i bastoni tra le ruote? Se hai pagato con puntualità le rate relative al 2019, eventuali ritardi o mancati/insufficienti versamenti a partire dal 2020 non ti penalizzeranno, a patto di sanare il pregresso entro il 31 luglio 2021/31 agosto 2021/30 settembre 2021, in base alla scadenza originaria delle rate del 2020.

I versamenti saltati quest’anno, invece, dovranno essere effettuati entro il 30 novembre prossimo.

Ti potrebbe interessare

Conto corrente in rosso: cosa è cambiato (in peggio) nel 2021

La redazione 
 

 


CONTACT