Cartelle esattoriali: previsto slittamento delle rate in scadenza per alcuni contribuenti

Il Decreto Milleproroghe è in fase di approvazione, e potrebbe portare con sé interessanti novità

C’è infatti una categoria di contribuenti che presumibilmente beneficerà della proroga dei termini di pagamento delle rate della rottamazione in scadenza a settembre, ottobre e novembre.

Il provvedimento è inserito in uno degli emendamenti al cosiddetto Decreto Milleproroghe (n.91 del 25 luglio 2018), che ha incassato il voto di fiducia alla Camera lo scorso 13 settembre. Il prossimo step è l’esame da parte del Senato, cui seguirà la conversione in legge prevista per il 25 settembre.

Ad oggi non si sa ancora se se l’emendamento è stato accolto, e quindi bisogna attendere la pubblicazione del testo passato in Commissione.

loading...

Quali sarebbero le nuove scadenze e chi interesserebbero?

La rottamazione delle cartelle esattoriali varata dal Governo Renzi – Gentiloni ha riguardato tre categorie di cartelle:

- quelle emesse tra gennaio e settembre 2017;

- i carichi affidati tra il 2000 e il 2016:

- le cartelle precedentemente escluse in quanto esisteva un piano di rateazione attivo al 24 ottobre 2016, a cui non corrispondevano pagamenti regolari.

L’emendamento al Decreto Milleproroghe prevede lo spostamento al 7 dicembre del termine ultimo per il pagamento delle rate in scadenza il 1 ottobre, il 31 ottobre e il 30 novembre. A usufruirne però sarebbero solo i contribuenti con carichi affidati tra il 1 gennaio e il 30 settembre 2017.

La rata in scadenza il 28 febbraio 2019, invece, slitterebbe a maggio dello stesso anno.

La redazione

 



 

CONTACT