Chi paga la comodità di avere il cibo a domicilio?

Proteste rider FoodOraDaniele ha 36 anni e la mattina lavora come professore a partita Iva. Giuseppe invece è uno studente universitario. Loro sono due dei rider impegnati con FoodOra che, dopo le proteste dello scorso novembre, non sono stati confermati e sono stati quindi costretti a ricollocarsi in un’altra azienda del settore, Deliveroo.

Interpellata, FoodOra dichiara che si è trattato semplicemente di una fisiologica conclusione del rapporto di lavoro…

 

 
 

CONTACT