I fattori da considerare se vuoi risparmiare sull’assicurazione

Ogni anno, quando devi pagare la Rc Auto il portafoglio si alleggerisce

Rc-AutoPuntualmente giudichi esagerato l’importo, metti in dubbio i calcoli (se non addirittura l’onestà) della compagnia assicurativa di cui sei cliente, e ti riprometti che non ti farai trovare impreparato alla scoccare della prossima scadenza. Nulla però cambia, e le principali cause del tuo “statico scontento” sono due: non sai quali voci compongono l’ammontare totale della Rc Auto, e neppure come fare, in concreto, per risparmiare.

Si fa presto a dire Rc Auto…

Quasi certamente sono in pochi a conoscere i fattori che ne determinano l’importo. Questi sono tre:

  • il cosiddetto premio puro, costituito al 68% dai danni alle persone fisiche, e al 32% da quelli riferiti a oggetti. Il suo “speso specifico” sull’ammontare complessivo è pari al 53,5%;
  • tasse e imposte incidono al 26,5%;
  • caricamenti, vale a dire i costi pagati dalla compagnia assicurativa, pesano per il 16%.

Come fare a pagare meno

Nonostante quello che si potrebbe credere, a determinare un risparmio non è né la marca né il modello di auto che si possiede, bensì alcuni elementi che riducono la possibilità che si verifichi un incidente. In tal senso un ruolo significativo viene giocato dal sistema ADAS (Advanced Driver Assistance Systems), che comprende una serie di dispositivi elettronici da installare a bordo per monitorare la guida dell’automobilista.

Anche la presenza a bordo della scatola nera può fare la differenza. Mesi fa è stato rigettato un emendamento al Decreto Semplificazioni che prevedeva l’obbligo per le compagnie assicurative di offrire agevolazioni ai clienti che decidessero di dotarsi del dispositivo. Ciononostante, in molte incentivano gli automobilisti a installarlo, in quanto consente di monitorare la guida del conducente, riducendo il numero di perizie e cause civili, scongiurando il rischio di truffe.

Scegliere un’auto ibrida o elettrica può rivelarsi saggio, infine, perché, potendo percorrere meno chilometri in confronto a una normale, tecnicamente è meno esposta all’eventualità che si verifichi un sinistro.

Leggi anche

Bollo auto: chi può beneficiare della cancellazione del debito?

La redazione

 

CONTACT