Iscrizione in Centrale Rischi. Un seminario per imparare a difendersi

Iscrizione in Centrale Rischi  

Iscrizione_Centrale_RischiDimmi se sei stato segnalato … e deciderò se erogare o meno il finanziamento. Questo, in breve, l’approccio delle banche. Infatti, prima di concedere credito viene verificata la posizione del richiedente in Centrale Rischi, l’archivio contenente le informazioni relative all’eventuale indebitamento di privati e imprenditori. 

In un certo senso, quindi, la Crif ha potere di vita e di morte, ma a volte lo esercita su vittime incolpevoli, con conseguenze disastrose.

Così, le associazioni dei consumatori e degli imprenditori sono impegnate in prima linea per informare sui meccanismi attraverso cui la Crif opera. 

Si moltiplicano i seminari sul territorio; mercoledì 17 dicembre, ad esempio, si terrà a Forlì un incontro, organizzato da Confindustria Romagna, intitolato La Centrale Rischi come biglietto da visita dell’impresa.

L’obiettivo è fornire supporto agli imprenditori costretti a “decifrare” la propria posizione in Centrale Rischi, spiegare loro quali sono le conseguenze di una segnalazione, e quello che si può fare per “tamponarle”

Per le piccole e medie aziende è infatti importante scrivere una nota integrativa relativa alla propria posizione in Crif, così da evitare penalizzazioni che potrebbero comprometterne l’esistenza stessa. 

Leggi anche:

Illegittima segnalazione in CRIF: rischi di aspettare 20 anni per la cancellazione

C’è vita dopo la segnalazione in CRIF?

Il Governo sta per mettere le mani sui conti correnti degli italiani?

Da redazione 

 


 
 

CONTACT