Istituti discredito, la crisi economica attraverso gli "occhi" delle vittime

«Dedicato alle migliaia di persone che non ci sono più perché si sono tolte la vita. Donne e uomini che avevano già perduto, per colpa delle banche, quello che nell’atto estremo credevano fosse l’ultimo bene: la dignità! Alle vittime di questa “violenza” insensata va il nostro pensiero riportato nelle lettere che abbiamo pubblicato. 

Sono purtroppo gli individui più granitici che cedono alla sofferenza dei soprusi, delle mortificazioni subite dagli istituti di credito. Loro hanno mal sopportato in vita le “offese” di una bieca avidità dell’attuale incapace sistema creditizio italiano».

Questa parole aprono Istituti discredito, scritto da Angelo Santoro, Biagio Riccio “e altri 1.000 italiani”. Il volume, che racconta la crisi attraverso lettere e testimonianze di chi l'ha vissuta sulla sua pelle, è disponibile ora in formato ebook. I lettori del sito possono scaricarlo gratuitamente  da q uesto link 
 
 
 

Seguici su

   

CONTACT