Lo Sportello Amico ha fatto risparmiare ai contribuenti 60mila euro

Tempo di bilanci per il Punto Civico di Ascolto Anti-Equitalia nato a Verona per volontà del Movimento Cinque Stelle. Lo sportello è partito lo scorso 7 maggio.

L’iniziativa ha finora coinvolto 50 contribuenti destinatari di cartelle esattoriali per un totale di 133mila euro. Lo sgravo fiscale finora ottenuto ha toccato quota 60mila euro circa.

«Il progetto sta riscuotendo un’approvazione crescente. Detto ciò, il nostro intento non è sostituirci ai professionisti operanti sul territorio». Così Mattia Fantinati, consigliere comunale. «Si tratta di un aiuto concreto per i cittadini, le micro e piccole imprese, fascia più deboli dell'economia, che si vedono recapitare quotidianamente le cartelle di Equitalia. Avvocati, commercialisti e tributaristi, le stanno verificando per capire la legittimità, se siano prive di senso e/o del tutto errate».

Da Nord a Sud Equitalia è “sorvegliata speciale”

«Fisco non fornì sufficienti informazioni» annullato debito da 39 milioni di euro

 

 

 

CONTACT