Perché conviene la Rc Auto familiare

Un figlio neopatentato è spesso motivo di ansia

Rc-Auto-FamiliarePuò dipendere dalla scarsa esperienza/dimestichezza con il volante (reale o percepita dall’adulto), ma soprattutto dai costi che implica la presenza, in una famiglia, di tre o più persone che guidano anziché due (o una). La condivisione di un’auto è difficile da gestire, soprattutto quando si hanno età differenti, così, spesso i genitori preferiscono comprarne un’altra, nuova o usata, da destinare esclusivamente al figlio fresco di patente.

Ti potrebbe interessare

Ad un problema (logistico) risolto se ne contrappone però uno economico tutto da definire. Ciascun veicolo, infatti, deve essere assicurato, e uno dei fattori che determina l’importo della Rc Auto è l’anzianità della patente del proprietario. Insomma, più sei giovane più paghi (o devono pagare mamma e papà).

L’assicurazione familiare, “nata” il 16 febbraio 2020 consente invece di risparmiare. In cosa consiste? Se in una famiglia padre e madre sono intestatari di due veicoli, e quindi pagano due Rc Auto, è possibile estendere quella migliore (leggi: meno costosa) ad un’altra auto o moto, il cui acquisto si è reso necessario, magari, perché uno dei figli ha iniziato a lavorare.

I requisiti per beneficiarne sono:

-       certificazione di appartenenza allo stesso nucleo familiare (mediante Stato di Famiglia da richiedere all’Ufficio Anagrafe del proprio Comune);

-       niente sinistri negli ultimi 5 anni;

-       sottoscrizione di una nuova Rc Auto o rinnovo di quella già esistente.

Leggi anche

Piacenza: fermo amministrativo a causa di cartelle non consegnate. Due condannati

La redazione

 


 


 
 


CONTACT