Pirati della strada: tutti gli strumenti che hai a disposizione per difenderti

Tampona l’auto e scappa

Omissione_soccorso_stradale Sempre più spesso si verificano casi di omissione di soccorso, che talvolta sfociano in episodi di omicidio stradale

Fortunatamente, però, le vittime hanno due strumenti di tutela: la denuncia penale e la richiesta di risarcimento al Fondo di Garanzia Vittime della Strada.

La denuncia per omissione di soccorso

Subisci un incidente e il conducente del veicolo responsabile si allontana senza prima accertarsi delle tue condizioni? Il reato da contestare è l’omissione di soccorso, che si aggrava trasformandosi in fuga qualora tu fossi in uno stato di necessità determinato dai danni fisici.

Nel caso in cui tu disponga di qualche elemento utile a individuare nome e cognome del conducente, procederai a una denuncia contro persona da identificare, se invece non hai alcuna informazione al riguardo, inoltrerai una denuncia contro ignoti.

Ad ogni modo, la richiesta di risarcimento non è legata né condizionata a questa procedura.

Come ottenere il rimborso dei danni?

Se hai preso il numero di targa del conducente del veicolo coinvolto nell’incidente, è sufficiente chiedere al PRA il rilascio di un certificato contenente il suo nome, cognome e polizza Rc Auto. Sarà la tua compagnia assicurativa a risarcirti.

In caso di mancata identificazione del pirata della strada, interviene il Fondi di Garanzia Vittime della Strada, che sceglie un’assicurazione di zona, investendola dell’incarico di esaminare la tua auto, quantificare i danni e l’attendibilità dei fatti riportati. Al termine di questo iter riceverai il rimborso per i danni subiti.

Il primo e più importante requisito richiesto è la prova di esser stati oggettivamente impossibilitati a identificare l’altra auto (a causa dell’entità dell’impatto, o del trauma psicologico subito). Contestualmente, bisogna documentare i danni subiti, sia quelli fisici (che saranno risarciti per intero) che quelli riportati dal veicolo (che comportano una trattenuta di 500 euro a titolo di franchigia). 

È inoltre necessario dare prova dell’avvenuto incidente mediante tracce ambientali o tramite dichiarazioni testimoniali.

Hai bisogno di un preventivo? Clicca qui per richiederlo. Bastano pochi minuti >>

 

da redazione



 

CONTACT