Cartelle esattoriali: la rottamazione-ter fa il bis. Forse

Hai un debito con il Fisco?

Rottamazione-ter-prorogaC’è la possibilità concreta che vengano riaperti i termini per accedere alla definizione agevolata. Il sottosegretario all’Economia Massimo Bitonci ha infatti presentato una proposta finalizzata a estendere fino al 31 luglio prossimo la finestra temporale utile a presentare domanda.

Gli interessati hanno a disposizione due opzioni per saldare il proprio debito: versare l’intera somma entro il 30 novembre, o “spezzettarla” in un massimo di 17 rate. La prima di queste avrà la stessa scadenza e un ammontare pari al 20%.

Entro il 31 luglio andrebbe presentata anche la domanda relativa al saldo e stralcio, destinato ai contribuenti in condizioni di particolare difficoltà economica. In tal caso l’importo da pagare sarà calcolato in rapporto all’ISEE e ai componenti del nucleo familiare.

Chi può aderire alla rottamazione e quali benefici comporta?

Il provvedimento è destinato a chi ha ricevuto una o più cartelle esattoriali nel periodo compreso tra il 2000 e il 2017. Se la richiesta verrà accolta, l’estinzione del debito implicherà solo il pagamento delle imposte e dei contributi. Sanzioni e interessi saranno invece cancellati.

La domanda può essere compilata online, inoltrata tramite Posta Elettronica Certificata, o presentata allo sportello di Agenzia delle Entrate Riscossione del proprio comune di residenza.

Leggi anche

Il Fisco ti ha scritto? Così ti difendi in caso di firma falsa

La redazione

CONTACT