Fermo amministrativo: in arrivo importanti novità

L’inizio dell’anno è stato scandito da alcune modifiche al Codice della Strada

Nuove-norme-fermo-amministrativoLa revisione di alcuni articoli si è resa necessaria per far fronte a pressanti esigenze logistiche. Finora, infatti, i locali adibiti alla custodia giudiziaria dei veicoli sottoposti al fermo amministrativo sono stati difficilmente svuotati. Troppo spesso i proprietari hanno rinunciato a rivendicare la proprietà del mezzo, determinando un notevole aggravio delle spese da parte dello Stato.

La modifica degli articoli 213, 214, 214 bis e 215 del Codice della Strada dovrebbe consentire di alleggerire la pressione sui depositi e facilitare la confisca dei veicoli finalizzata alla vendita. Così l’affidamento in custodia del mezzo dovrebbe essere immediata.

loading...

Fermo amministrativo: cosa cambia?

A partire da quest’anno, qualora non si riesca a individuare il proprietario, il bene verrà consegnato a chi lo utilizza abitualmente. Inoltre è previsto un giro di vite per chi trasgredisce alle regole: subirà il fermo amministrativo anche chi verrà pizzicato alla guida di un ciclomotore o di un motociclo senza casco.

Inoltre, chi verrà sorpreso a circolare sotto effetto di sostanze stupefacenti, oltre a incorrere nel provvedimento, si vedrà ritirare per un mese la carta di circolazione.

Leggi anche

Cancellati 8mila euro di debiti a contribuente. Le multe decadono dopo 5 anni

La redazione

 



 
 


CONTACT