In vista cancellazione debiti verso Aer?

Condono da 400 miliardi di euro: fake news o realtà?

condono-cartelleAumentano gli “indizi” relativi alla massiccia cancellazione di cartelle esattoriali intestate a soggetti che, per molteplici ragioni, sono impossibilitati a estinguere il debito. Infatti Ernesto Maria Ruffini, direttore generale di Agenzia delle Entrate Riscossione ha parlato della necessità di snellire la burocrazia del Fisco italiano.

Ti potrebbe interessare

“Posso vendere la macchina se sono indebitato?”

Nello specifico il condono allo studio da parte del governo Conte riguarderebbe tre categorie di contribuenti: quelli che hanno subito una procedura di fallimento, i deceduti e chi versa in gravi condizioni economiche. Ai primi sono state notificate, negli anni, cartelle per oltre 150 miliardi di euro, 120 mld a contribuenti poi morti, e 110 ai cosiddetti nullatenenti, che equivalgono a circa il 40% dei crediti di AER. Insomma, un poderoso, ma inutile, magazzino fiscale di cui sbarazzarsi in fretta per concentrare tempo e risorse umane nella riscossione di debiti più a “portata di mano”. Un’operazione, quest’ultima, correlata al probabile taglio delle aliquote e al ricorso alla definizione agevolata.

Insomma, l’imperativo categorico è ridurre - per quanto possibile – le ricadute economiche (e sociali) potenzialmente devastanti del Covid. L’epidemia infatti ha

 “spaccato in due”, quasi insanabilmente, la quotidianità degli italiani, dipendenti, autonomi o imprenditori che fossero. Da una parte le spese vive, le utenze, ed esigenze familiari spesso ineludibili, dall’altra, un reddito drasticamente inferiore all’inizio del 2020, se non addirittura venuto meno.

Leggi anche

Segnalazione in CR per chi preleva tanto e spesso

La redazione

 


 


 
 


CONTACT