Rc Auto: risparmio in vista grazie al Decreto Fiscale?

L’auto è un bene caro agli italiani…in tutti i sensi

Rc-Auto-Decreto-FiscaleRinnovare l’assicurazione, infatti, implica spesso una spesa consistente, che incide sul bilancio familiare. Soprattutto quando, in concomitanza, si concentrano spese impreviste. Tuttavia, dal Decreto Fiscale attualmente in esame potrebbero arrivare buone notizie. Prima tra tutte, l’inserimento di un emendamento che prevede l’accorpamento in un’unica classe di merito di tutti i veicoli appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Un esempio? Se una coppia possiede un’auto (di classe 2) e un motorino (classe 10), quest’ultimo passa automaticamente alla prima classe. Con una sensibile riduzione dell’importo da pagare.

L’emendamento al Decreto Fiscale si inserisce in un contesto caratterizzato da una riduzione del 6,3% degli incidenti che hanno coinvolto i veicoli assicurati.

Il Decreto ha introdotto anche altre novità, tra cui la modifica delle scadenze fiscali. Così, avremo tempo fino al 30 settembre per inoltrare il 730. Inoltre il Pubblico Registro Automobilistico potrebbe essere potenziato attraverso le informazioni relative alle tasse automobilistiche pagate. Questi dati sarebbero poi condivisi con Agenzia delle Entrate Riscossione e con le Regioni.

Leggi anche

Pignoramento se non paghi Imu, Tari e Tasi?

La redazione



 



 
 


CONTACT