Fermo amministrativo: se e quando è possibile evitarlo

Debito insoluto NON significa in automatico paralisi (anche letterale)

Uno degli spettri peggiori, per il contribuente che non può estinguere le pendenze tributarie fiscali (bollo, multe, Rc Auto, Tari…) è il sequestro/congelamento dei beni. Una misura, questa, che costituisce l’anticamera del blocco della vita, professionale, personale, familiare e relazionale.

Un esempio? Il pignoramento del conto corrente – e contestuale iscrizione nel registro dei cattivi pagatori – impedisce l’utilizzo del denaro, e quindi preclude l’opportunità di far fronte a qualunque spesa individuale, ed anche a investimenti finalizzati ad una crescita lavorativa.

L’esproprio dei beni mobili, inoltre, ostacola considerevolmente la quotidianità, propria e di eventuali familiari e congiunti/conviventi. E le difficoltà si amplificano ed esasperano, in caso di pignoramento di immobili (di residenza).

Leggi anche

Il fermo amministrativo del veicolo, poi, determina un vero e proprio blocco. Ci si sente tagliati fuori, neutralizzati rispetto alla possibilità di contribuire alla risoluzione dei problemi familiari, di frequentare la propria cerchia di amicizie, e di portare avanti i propri impegni lavorativi.

Fortunatamente però, l’iscrizione del fermo amministrativo non comporta necessariamente l’indisponibilità materiale del mezzo. A patto di muoversi tempestivamente.

In genere l’iter relativo all’applicazione delle ganasce fiscale richiede circa un mese, ma può essere bloccato se il contribuente dimostra che il mezzo pignorato è indispensabile all’esercizio della professione, al mantenimento dell’azienda, o allo spostamento di congiunti disabili.

Inoltre, se il contribuente che subisce il fermo documenta di aver venduto il veicolo PRIMA che il provvedimento venisse avviato, non è tenuto a estinguere la pendenza.

Ultimo, ma non meno importante, NON possono essere apposte le ganasce fiscali, se il contribuente ha richiesto, ottenuto la rateizzazione del debito e pagato la prima tranche. Il fermo, però, verrà cancellato solo DOPO il versamento dell’ultima rata.

Ti potrebbe interessare

La redazione



 


CONTACT