Ti devono dei soldi? Procedi così

Come fare a riscuotere un credito, se il debitore è “uccel di bosco”?

Recupero-creditoTanto per cominciare è necessario inviargli una comunicazione raccomandata a/r in cui indicare chiaramente a quanto ammonta l’importo dovuto ed entro quando deve essere sborsato. La finestra temporale a cui si fa riferimento, in genere, va da 7 a 15 giorni. 

Tale atto, che prende il nome di messa in mora, deve riportare, inoltre, le esatte generalità della controparte.

In alcuni casi è possibile “saltare” il passaggio: nello specifico, se la pendenza scaturisce da un illecito, se il debitore ha informato per iscritto di non voler assolvere l’obbligazione, e se questa ultima sarebbe dovuta essere effettuata domiciliarmente.

Se la messa in mora non sortisce effetto è possibile chiedere l’intervento dell’autorità giudiziaria. 

In assenza di titolo esecutivo si può inoltrare ricorso per ottenere un decreto ingiuntivo. Se l’importo dovuto è inferiore a 5mila euro l’autorità da coinvolgere è il Giudice di Pace, altrimenti ci si può rivolgere al Tribunale.

Come si può concludere il ricorso? Il giudice può rigettarlo o, al contrario, emettere il decreto ingiuntivo, o “congelare” la pronuncia in attesa di visionare ulteriore documentazione.

loading...

Cosa comporta l’atto di precetto?

Questo viene emesso se il debitore non agisce contro il decreto ingiuntivo entro 40 giorni dalla sua ricezione e non salda neanche la pendenza.

Il documento è finalizzato a ribadire l’intimazione a pagare e a fornire una finestra temporale di almeno 10 giorni, conclusa la quale si procede al pignoramento.

Il creditore può intraprendere l’esecuzione forzata in presenza di sentenze ed altri atti dotati di efficacia diretta, cambiali e assegni e scritture private autenticate.

Leggi anche

Quale sorte tocca alle famiglie che subiscono il pignoramento dell’immobile?

La redazione




 


CONTACT